Specializzata in Psicoterapia Relazionale

Psicoterapeuta Emdr II livello

 

Dott.ssa Francesca M. Ibba

Via Carboni Boi n° 14, Cagliari

Tel. +39 340 396 7258

La terapia di coppia

Sei in: Raccolta di approfondimenti di Psicologia


“Una diade può considerarsi una coppia – a prescindere dal sesso e dallo stato giuridico – quando i due individui condividono i tre sottosistemi che costituiscono e caratterizzano la coppia: quello sessuale, quello emotivo e quello sociale.

Questi tre sottosistemi sono in un rapporto di causalità circolare, e il buon funzionamento di un aspetto si riflette in maniera autoriverberante sugli altri due, così come il cattivo funzionamento di un settore influenza negativamente gli altri due” (Cancrini e Harrison).

Ci deve essere perciò un equilibrio di questi aspetti perché una coppia possa rimanere tale. Se uno di essi è in maniera continuativa carente o addirittura assente, porterà all’insoddisfazione, a scompensi e a disagi di vario genere; il rischio è che la relazione finisca.

Le disfunzioni nascono nei rapporti troppo rigidamente sbilanciati, quando uno dei due partner è sempre in posizione dominante e l’altro in quella dipendente, o quando i componenti della coppia fanno a gara per dimostrarsi a vicenda di essere sempre più uguali (lotte di potere).

La coppia è contraddistinta, inoltre, da tre importanti elementi: la reciprocità, la similarità e la divisione di parti.

La reciprocità si manifesta in azioni quali il confrontarsi, nel condividere, nel mostrare un senso del noi. Viene riconosciuto il valore dell’altro, accettato per i suoi limiti; si mostra attraverso la tolleranza, verso gli errori e l’impegno nella relazione.

La similarità ha a che fare con il sentirsi medesimi, cioè fare, pensare e sentire nello stesso modo; porta a negare le differenza viste come ostacolo alla condivisione e all’appartenenza.

La divisione di parti si manifesta attraverso l’esasperazione delle differenze, porta alla polarizzazione da parte dei partner degli opposti (sensibile-insensibile, capace-incapace…).

L’obiettivo di ogni intervento è quello di aumentare la reciprocità che funge da cornice alle altre due caratteristiche.

La terapia di coppia è utile per:

  • conflitti e problemi di comunicazione
  • disturbi dell’area sessuale
  • disturbi psicopatologici di uno dei partner
  • terapia genitoriale.

Verranno approfondite la storia della coppia e quelle che sono le eredità di ciascun partner provenienti dalle proprie famiglie di origine, modelli di relazione e miti familiari.

La terapia di coppia ha lo scopo di aumentare l’intimità e la fiducia reciproca, migliorare le modalità comunicative, migliorare la gestione dei conflitti, potenziare le capacità di negoziazione, riattivare la progettualità, acquisire o potenziare un senso del noi (appartenenza), aumentare la capacità di prendersi cura dell’altro, e contemporaneamente, aumentare la differenziazione come singoli individui (differenziazione).

 

È vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti presenti.